Parkinson: dai geni nuove cure su misura.
da: laRepubblica.it
di: Corrado Messina *
(15 gennaio 2004)
Quest'anno significativi avanzamenti sono prevedibili in alcuni settori in forte sviluppo. Promettenti le ricerche di neurogenetica rivolte all'identificazione del condizionamento genetico di alcune patologie quali la Malattia di Parkinson e delle cause genetiche della risposta e della mancata risposta alle terapie da parte dei pazienti. E' questo il campo della farmacogenetica, ovvero il farmaco giusto, al paziente giusto, nelle dosi giuste. Queste ricerche consentiranno enormi risparmi in termini di sofferenza ed in termini economici.
Fra le malattie neurologiche una delle più frequenti e temute, per le gravi conseguenze che comporta, è l'ictus. Nel 2004 inizierà un'importante ricerca, condotta nei più importanti centri neurologici d'Europa dotati di "Stroke Unit" e coordinata dal Karolinska Institut di Stoccolma. Essa prevede l'utilizzo di un farmaco fibrinolitico che, se sommistrato entro le prime tre ore in soggetti con ictus ischemico, opportunamente selezionati, può produrre una dissoluzione dei trombi o degli emboli che bloccano la circolazione nella zona di cervello interessata. Il gran numero di pazienti distribuiti in molte sedi e l'alta qualificazione dei centri fan sperare in risultati concreti che possano aiutare a curare efficace la patologia.
* Presidente Società Italiana Neurologia

Questo testo era pubblicato su Internet nella pagina http://www.repubblica.it/supplementi/salute/2004/01/15/primopiano/006undund.html, del 15 gennaio 2004, non più in linea.