L'inibizione dell'acetilcolinesterasi efficace nel trattamento dell'ipotensione ortostatica neurogena.
Yahoo! Italia
(26 dicembre 2003)

di MedicinaNews.it

Uno studio prospettico in aperto ha verificato un nuovo approccio terapeutico all'ipotensione ortostatica neurogena mediante l'uso di inibitori dell'acetilcolinesterasi.
Sono stati arruolati 15 pazienti con ipotensione ortostatica neurogena causata da: atrofia sistemica multipla (n=7), malattia di Parkinson (n=3), neuropatia diabetica (n=1), neuropatia amiloide (n=1) e neuropatia autonomica idiopatica (n=3).
E' stata utilizzata la Piridostignina (60 mg per os).
L'inibizione dell'acetilcolinesterasi ha prodotto un significativo aumento della pressione ortostatica e dell'indice di resistenza periferico ed ha ridotto la caduta pressoria durante il test “ head up tilt ”.
La frequenza cardiaca in ortostatismo si ridotta con il trattamento.
Sono stati osservati solo modesti effetti in posizione supina, un aumento non significativo della pressione e della resistenza periferica. ( Xagena2003 )
Singer W, J Neurol Neurosurg Psychiatry 2003; 74:1296-1298
Per ulteriori informazioni visita Xagena.it.

Copyright Yahoo! Italia
Questo testo era pubblicato su Internet nella pagina http://it.news.yahoo.com/031226/43/2l2ac.html, del 26 dicembre 2003, non pi in linea.