Da un lievito un test per studiare in provetta i danni causati dal Parkinson.
Yahoo! Italia
(15 dicembre 2003)
(Adnkronos) - Dal lievito un test per studiare in provetta i danni causati dal Parkinson. La speranza dei ricercatori della Whitehead Institute for Biomedical Research di Cambridge (Massachusetts) è quella di riuscire a bloccare l'opera di distruzione della malattia, studiandone l'andamento.
I ricercatori americani hanno "imbottito" le cellule del lievito con una sostanza chimica implicata nella malattia, per poi osservare cosa accadeva.
Il modello messo a punto potrà essere usato per le prime fasi di test su molecole promettenti contro il morbo.
Fino ad oggi i medici non potevano manipolare il cervello di un paziente nelle prime fasi della malattia, per capire se e come una sostanza funziona.
Dalle cellule del lievito arriva ora un'alternativa, come si legge sulla Bbc online.
I ricercatori sono convinti che un eccesso di proteina alfa-sinucleina nel cervello sia fra le cause dei problemi dei malati di Parkinson, tremori e rigidita' muscolare.
Grazie ai lieviti in provetta, gli scienziati hanno potuto vedere che, effettivamente, i problemi iniziano a manifestarsi solo con l'aumento dei livelli di questa proteina.
"Questo conferma i nostri sospetti - commenta la ricercatrice Susan Lindquist - e l'ipotesi che molte delle proteine che causano la malattia possano essere bilanciate". (Mar/Adnkronos Salute)

Copyright ©2003 ADN Kronos.
Copyright ©2003 Yahoo! Srl
Questo testo era pubblicato su Internet nella pagina http://it.news.yahoo.com/031215/201/2kloq.html, del 15 dicembre 2003, non più in linea.