Un'idea di vacanze assistite.

 

L'idea è nata parlando con le persone che vengono o che telefonano all'Associazione.
Molti, soprattutto quelli che non hanno una famiglia e vivono da soli, hanno difficoltà nell'organizzare le vacanze, sia per questioni economiche ma anche per questioni psicologiche.
Ascoltando i racconti di piacevoli vacanze di gruppo organizzate da associazioni consorelle, prendendo spunto da idee di altri e miscelando i vari elementi, mi è venuto in mente che sarebbe stato interessante sperimentare una vacanza con interventi di tipo riabilitativo per persone autosufficienti, ma con limitazioni legate alla malattia di Parkinson, utilizzando parte dei tempo libero, per esempio, per capire meglio cosa ci fa bene e cosa ci procura tensione almeno per essere in grado di evitare o gestire meglio quello che ci procura ansia.
Una équipe di esperti formata da un terapista della riabilitazione, e un logopedista potrebbero fornire programmi terapeutici, adattati ai bisogni dei singoli pazienti ma che in ogni caso utilizzerebbero tecniche diverse per:
· esercizi del linguaggio e della deglutizione
· esercizi per la memoria e la sintesi
· apprendimento di strategie per superare momenti di blocco e di ansia
· attività di gruppo, scambi di esperienze gruppi di autoaiuto separati per pazienti e per familiari
· supporto psicologico, se necessario
· rapporto con gli stati di paura e di tensione
· apprendimento di tecniche di rilassamento

Questo progetto è stato presentato agli Assessorati alle politiche sociali e sanitarie e alla Regione per avere degli aiuti economici. Ed è stato approvato come "sperimentale". E' previsto che parte delle spese vengano pagate dal Comune, lasciando una parte a carico dell'utente, a seconda del suo reddito. Il luogo prescelto è l'Abbazia dei Santi Felice e Mauro in Valnerina (Umbria) restaurata per poter ospitare gruppi di studio o di vacanze, dotata di tutti i comfort, camere doppie o singole con bagno e telefono.
E' vicino a Spoleto, Norcia, Cascia, Perugia dove, durante tutta l'estate, ci saranno spettacoli, mostre e iniziative a carattere culturale. Il progetto, nonostante l'approvazione dell'Assessorato, verrà realizzato l'estate prossima, dando così a tutti l'opportunità di valutare costi e i programmi. Per realizzarlo abbiamo bisogno di sapere con molto anticipo quanti di voi sono interessati.

Azione Parkinson Roma News - n.2 giugno 2002