Il neurologo prof. Renzo Bassi risponde alle vostre domande
(296 - 300; 11 - 25 aprile 2012).
300 - Il 25 aprile 2012 M.V. ha chiesto:
"E' possibile che la medicina "Sirio" abbia effetti molto negativi sul paziente? Anche dopo solamente due mesi?"
  "Salve,
chi scrive dovrebbe magari specificare bene il problema: effetti negativi di questa combinazione di levodopa e un suo ritardante possono riguardare svariati campi: gli effetti collaterali o indesiderati del sirio sono molti, di vario genere: spesso si parla di effetti a grande distanza in particolari movimenti esagerati o discinesie, ma ci sono da subito effetti fastidiosi come affaticabilità disturbi gastrici, vertigini senso di confusione, allucinazioni, pressione bassa e molti altri. Dipende ovviamente dal dosaggio del farmaco. se viene usato assieme ad altri farmaci.
Cordialità."
x x x x x
299 - Il 22 aprile 2012 A.D. ha chiesto:
"salve ,mia madre nel 2009 è stata ricoverata a Xxxx diagnosi, atassia cerebellare natura eredo-degenerativa insufficienza mitralica lieve, e non le hanno dato nessuna cura perchè dicono che è tropo tardi ,, ha 71 anni ma capisce tutto grazie."
  "Salve,
insufficienza mitralica definita lieve non dovrebbe comportare seri problemi cardiologici., ma se lo faccia confermare dal cardiologo.
Cordialità."
x x x x x
298 - Il 22 aprile 2012 L. ha chiesto:
"Buongiorno Dott. Bassi, Mi scusi se non le rivolgo questioni non inerenti al Parkinson, ci tenevo chiederLe cosa ne pensa di una questione di seguito descrivo: Mia nipotina di 10 anni a seguito di una spinta dietro le spalle nel cadere a terra si è rotto un incisivo superiore dei denti giocando tra bambini. Ora da due anni dall’incidente spesso lamenta mal di testa, ho interpellato un neurologo dai sintomi riscontrati pensa che possa trattarsi di Emicrania con Aura!! La prego di farmi sapere, secondo il suo parere, se un colpo di frusta può causare questo brutto sintomo. Un nonno molto preoccupato."
  "Salve,
l'emicrania con aura comporta attacchi di cefalea pulsante spesso con nausea-vomito, fastidio per luce e suoni che è preceduta da una breve fase di disturbo della vista da un lato e magari formicolii e paresi sempre da un lato. E' assai improbabile che sia scatenata da un trauma
cranico o colpo di frusta, evenienza cui si pensa di fronte ad una caduta battendo la testa. Se il mal di testa è ostinato forse val la pena di eseguire una TAC del cranio in modo da esser tutti tranquilli.
E' una buona politica consigliarsi con il curante.
Cordialità."
x x x x x
297 - Il 14 aprile 2012 L.M. ha chiesto:
"Salve,sono una ragazza che ha il padre che soffre di morbo di Parkinson da 2 anni .... è vero che in Francia hanno cominciato a intervenire chirurgicamente per migliorare lo stato delle persone che hanno questa malattia? Se si ,a chi mi devo rivolgere per un eventuale intervento neurochirurgico? Tengo a precisare che mio padre ha solo 54 anni e che è nella fase iniziale.....si può fare qualche cosa oltre a prendere inutili farmaci che sembrano essere inefficaci???"
  "Salve,
é vero che in Francia molti anni fa hanno iniziato certe terapie neurochirurgiche per il Parkinson avanzato.
Scrive da Xxxx e qui siamo fortunati perchè c'è la sede di una associazione di laici e pazienti molto attiva, di due centri neurologici per i disturbi parkinsoniani, di un centro proprio di chirurgia cerebrale nel reparto neurochirurgia di Yyyyy.
Ribadisco che l'inserimento di cateteri elettrodi dentro il cervello in neurochirurgia è riservato ai pazienti in stadio avanzato che non rispondono o hanno spiacevoli effetti collaterali da farmaci su indicazione del neurologo curante. Vi è infine la possibilità di ben aiutare questi pazienti con rieducazione e forme di sostegno psicologico e sociale.
Cordialità."
x x x x x
296- L'11 aprile 2012 G.M. ha chiesto:
"Mia madre é stata curata per 3 anni col Madopar. Adesso un altro neurologo ha sospeso questa cura, perché pensa che i comportamenti parkinsoniani di mia madre siano dovute a delle lievissime ischemie (cosa che é stata confermata dalla T.A.C Adesso la sta curando con Sereupin (perché l'ischemia le provoca depressione) e con Jumex per i tremori. Il problema è che da quando ha sospeso il madopar i tremori sono aumentati. Ciò potrebbe essere dovuto alla sospensione del Madopar?"
  "Salve,
sebbene il Mapodar non abbia un grandissimo effetto sul tremore del Parkinson, se i tremori sono proprio aumentati, ne discuta con il vostro neurologo e magari si potrà fare la prova del 9 cioè reintrodurlo per vedere cosa succede.
Consideriamo peraltro che il sereupin tra gli effetti collaterali dà tremore.
Se i sintomi parkinsoniani sono dovuti a piccole ischemie si potrebbe trattare di forma similparkinsoniana, con una risposta tenue ai farmaci antiparkinsoniani.
A una certa età reperti di piccole zone ischemiche alla Tac sono comuni e spesso vanno sovrastimati. Importante piuttosto ridurre i cosiddetti fattori di rischio vascolare.
Cordialità."