Dalla malattia all'invalidità, quali diritti.
Una Guida per conoscerli, vol. 1°.
Alfredo Di Fiore
(3 luglio 2009)

Le finalità del libro.

Lo scopo di questo volume è quello di rendere la vita più facile alle persone che sane di salute, per un motivo qualsiasi si ritrovano all'improvviso con una malattia che li porterà ad una condizione spiacevole: diventare invalido.
Naturalmente occorre fare i dovuti accertamenti clinici e diagnostici, ed in quel momento inizia la serie di domande che ognuno si pone dopo la disperazione di dire: perché proprio a me cosa ho fatto per meritare una cosa simile.
È difficile mantenere la calma in quella situazione, e bisogna pensare a come affrontare la situazione per conoscere cosa fare immediatamente per tutelarsi ed avere non solo il riconoscimento adeguato, ma anche i pochi benefici previsti.
Nessuno immagina che la nostra trafila burocratica, se avrà un successo, dipende da una persona sola: il nostro medico di famiglia o di fiducia.
È lui che quando constata la probabile invalidità, dovrebbe consigliare il suo assistito ad iniziare la pratica per ottenere il riconoscimento dell'invalidità; da parte sua deve compilare il certificato medico che elenca tutte le patologie del paziente.

A chi è indirizzato.

A tutte le persone invalide ed ai loro familiari ed amici, affinché conoscano la giusta procedura per avere il riconoscimento di invalidità se hanno i requisiti previsti dalle leggi.
Nel libro viene trascritta la trafila burocratica vissuta personalmente, in modo che siano ben chiari i modi ed i tempi per la procedura prevista.
Lo scopo è di agevolare la compilazione della domanda, attesa nei tempi previsti, ricorsi verso chi, il riconoscimento dell'invalidità, i benefici previsti, ed altro.

Il contenuto.

L'art. 38 della Costituzione Italiana riconosce che: "Ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto dei mezzi necessari per vivere, ha diritto al mantenimento ed all'assistenza sociale". Ai compiti previsti in questo articolo provvedono Organi ed istituzioni preposti o integrati dallo Stato.

1 - Le norme generali.
E' la raccolta di tutte le informazioni utili che tutti in teoria dovremmo conoscere per avere una vita semplificata dal punto di vista sanitario.
Purtroppo vi è il vuoto più assoluto; quando abbiamo bisogno per la salute si incappa in una lunga serie di rinvii, da una parte all'altra.
Il materiale è quello preso dal sito della Regione Emilia Romagna (è uno dei migliori, per la mole dei dati ed impostazione, anche se è da migliorare).
Si parla del medico, accertamenti, procedure, documentazione,

2 - Invalidità civile: legislazione di riferimento.
Si citano le leggi principali che stabiliscono i requisiti per essere riconosciuti invalidi e quello che sono i tempi previsti per lo svolgimento delle pratiche fino al riconoscimento dell'invalidità.

3 - Deficit sensoriali.
Sono riportati i tipi di deficit sensoriali base che stabiliscono il grado di invalidità

4 - Persona con handicap.
Quale legge e norma stabilisce il tipo e la forma di handicap (grave - non grave).

5 - Permessi art. 33 della legge 104/92.
Si parla dei permessi previsti da questo articolo di legge, che dovrebbe regolamentare la fruizione dei permessi dal posto di lavoro per assistere un figlio, un familiare, un coniuge.
Su questo articolo di legge si fa un gran battagliare per interpretare la legge in modo restrittivo o più generoso a favore di chi ha un invalido da curare e seguire costantemente, tutti i giorni.

6 - Amministratore di sostegno.
In questo articolo si tratta anche questo argomento, perché potrebbe essere indispensabile la sua nomina.
Il primo motivo dovrebbe essere la tutela dell'invalido per la sua salute al meglio.
La seconda per tutelare l'invalido dagli eredi o presunti tali.
La terza è la tutela dell'invalido verso se stesso, in caso di sperpero di risorse economiche, forme di demenza, altre forme che prevedono l'interdizione e l'affidamento ad un tutore legale.

7 - Agevolazioni aggiuntive.
Le norme previste a livello locale (Regione-Provincia-Comune-Asl) per agevolare l'invalido a restare nella sua abitazione familiare, senza essere ricoverato in una struttura pubblica, che costerebbe molto di più a tutta la comunità.
In cambio si ha una migliore assistenza a livello domiciliare, ed una maggior soddisfazione dell'invalido o dell'anziano.

8 - Ausili e ortesi.
Viene riportato quali tipi di ausilii e ortesi l'invalido può ricevere,
Cosa e da chi, quale procedura seguire per averli.

9 - Assicurazione casalinghe.
Viene trattato un argomento poco conosciuto e trascurato.
E' ricordato solo nel mese di gennaio perché è prossima la scadenza del pagamento annuale.
È piccolo l'importo, ma pochi la fanno ed è rivolta a tutti coloro che in un modo o nell'altro possono-riescono e fanno pulizie di qualsiasi genere all'interno della casa.
Le prestazioni prevedono non molte cose, ma è utile in caso di infortunio domestico per ricevere una rendita dall'Inail che gestisce il fondo.
Maggiore attenzione devono fare le persone invalide che cercano di fare qualcosa in casa; a volte peggiorano la loro situazione.

10 - Abbattimento delle barriere architettoniche.
Si riportano le leggi principali che riguardano l'eliminazione delle famose barriere architettoniche, per agevolare gli invalidi a vivere in casa e fuori casa tutte le attività possibili.
Viene anche riportato come dovrebbe essere una casa adattata ad un invalido, con i giusti spazi per vivere la casa in tutto, anche senza troppo spazio a disposizione.

11 - Domande.
Sono una serie di domande poste in un forum dove ho dato delle risposte e suggerimenti. Queste domande e risposte hanno messo in moto il meccanismo di raggruppare dei quesiti con le risposte.
Successivamente, vista l'importanza dell'argomento, si è trasformato in un libro che indicava non solo le soluzioni, ma le norme sconosciute per arrivare as ottenere quanto spetta.

12 - Auto e patente.
E' illustrato quando e come può continuare a guidare una persona che diventa invalida.
Per chi lo è già dalla nascita, la possibilità di guidare con quali accorgimenti ed agevolazioni previste per l'acquisto, la manutenzione, il passaggio di proprietà, il bollo auto, la patente speciale, i finanziamenti previsti, il tagliando per il parcheggio.

13 - Tabelle, schede, prospetti.
Sono sintetizzate le norme che prevedono la forma d'invalidità ed i suoi benefici previsti.

14 - Cronologia legislativa.
Sono state inserite alcune delle leggi che parlano o sono collegate all'argomento invalidità.
Non sono tutte quelle emesse fino ad oggi, ma solo una parte perché mi sono fermato stressato dalla ricerca che non finiva più.
Provate a ricercare tra:
- Leggi nazionali
- Leggi regionali
- Leggi e regolamenti delle Provincie autonome di Trento e Bolzano (che possono legiferare in materia)
- Leggi, regolamenti e disposizioni delle Provincie
- Regolamenti e disposizioni della Asl locale, dell'Inps, dell'Inpdap, dell'Inail
- Per ultimo le sentenze della Magistratura in materia previdenziale

15 - Vita e problemi da invalidi.
Sono riportati episodi di vita reale vissuta sulla loro pelle dagli invalidi che chiedono aiuto a chiunque possa dare delle risposte ai loro problemi di tutti i giorni.

A pagina 148 ho preparato uno schema sintetico di quello che dovrebbe essere il procedimento per il riconoscimento dell'invalidità, con i tempi previsti, le varie possibilità (in base alla risposta pervenuta) su cosa fare, fino al riconoscimento per via normale oppure legale di essere dichiarato invalido con tutti i diritti che comprende.

Alfredo Di Fiore

Per acquistare il libro ci sono due possibilità:
- rivolgersi all'autore all'indirizzo email: fred.1948@hotmail.it o telefonando al cellulare 331.1067730.
- andare sul sito di Edizioni Chiaravalle, Tortona (AL): http://www.almanaccodichiaravalle.it/prodotto.aspx?id=19
Il libro è composto di 256 pagine del formato di cm. 21X28; il prezzo di copertina è di Euro 27,00.
Chi lo acquista dall'editore pagherà in contrassegno la somma di Euro 25,00 spese postali comprese.
Tutte le Associazioni di invalidi che organizzano la prenotazione e la consegna delle copie ai propri associati, avranno uno sconto del 10% che verrà rilasciato come contributo per svolgere la loro attività a favore degli invalidi stessi.