Il neurologo prof. Renzo Bassi risponde alle vostre domande
(301 - 305; 30 aprile - 8 maggio 2012).
305 - L'8 maggio 2012 G.O. ha chiesto:
"La scarsità di equilibrio e la tendenza a cadere all'indietro sono conseguenza del Parkinson? Mia madre ne è affetta da 15 anni ed ora ne ha 87 e mostra questi problemi. Grazie."
  "Salve,
certamente. Il morbo di Parkinson specie se avanzato prevede grossi disturbi dell'equilibrio e cadute frequenti.
Va quindi vigilato per evitare perdite di equilibrio e rovinose cadute.
Considerando l'età e magari l'uso di farmaci, vanno escluse varie cause che possono concorrere o determinare il disturbo.
Coll'aiuto di una Kinesiterapista possono esser fatti esercizi appositi per l'equilibrio.
Cordialità."
x x x x x
304 - Il 3 maggio 2012 A.G. ha chiesto:
"Sono affetta da Sclerosi Multipla e volevo sapere se anche parte di questi esercizi possono aiutarmi nel riacquistare un pò di equilibrio e forza negli arti sia superiori che inferiori. grazie."
  "Salve,
se intendi gli esercizi egym descritti sul nostro sito direi proprio di sì.
I vari esercizi sono utili in più patologie e per problemi ad arti inferiori e superiori, in maniera variamente specifica.
Consiglio però di discuterne con il fisiatra o kinesiterapista che ti segue per inserirli al meglio nel programma riabilitativo e di efficienza fisica.
Cordialità."
x x x x x
303 - Il 30 aprile 2012 T.T. ha chiesto:
"Buongiorno sono la compagna di un un uomo di 35 che si sospetta che abbia il morbo di Parkison. Venerdi ha un esame spekt. Per favore mi può dire le cause di questa malattia perche lui attribuisce la colpa a me anche se aveva tremori alle mani prima che lo conoscessi.
La ringrazio arrivederci."
  "Salve,
il Parkinson è una malattia neurodegenerativa, in cui delle cellule nervose muoiono lentamente e progressivamente per cause sconosciute o mal conosciute. Ovviamente la colpa non è di un familiare!
Cordialità."
x x x x x
302 - Il 30 aprile 2012 M.M. ha chiesto:
"Egr dott mia madre è stata operata dbs il 3/1/2012. operazione riuscita per i dottori. mia madre ha 66 anni da otto malata di parkinson. oggi però non sta ancora bene stanchezza depressione confusione difficoltà nei movimenti con continui controlli e cambi di terapia che poco dopo non danna nessun cambiamento positivo. ha molto sofferto ed ora non sa più cosa fare è nel pieno dello sconforto. cosa ne pensa dell'intervento perchè non sta ancora bene. la prego mi aiuti ad aiutare mia madre. siamo disposti ha venire anche da lei. aspetto con ansia una sua gentile risposta. una figlia molto preoccupata. grazie per il suo tempo."
  "Salve,
la fase di risistemazione dopo intervento chirurgico al cervello per Parkinson è complessa e variabile e richiede pazienza.
Il neurochirurgo che ha eseguito l'intervento ed il neurologo che l'ha raccomandato sapranno darvi le risposte in dettaglio pertinenti al paziente in questione.
Gli interventi sono diversi e le fasi postchirurgiche sono personalizzate.
Non c'è alcun motivo di perdere fiducia nelle cure.
Cordialità."

Il 3 maggio 2012 M.M. ha di nuovo chiesto:
"Mi scusi se le riscrivo ma esistono esami per diagnosticare questa malattia?"
  "Salve,
la diagnosi di Parkinson si basa essenzialmente sui dati clinici, come la visita l'anamnesi, la storia del disturbo, la negatività di molti esami.
L'esame più importante per la conferma è attualmente la scintigrafia cerebrale con una articolare sostanza.
Cordialità."
x x x x x
301- Il 30 aprile 2012 M.C. ha chiesto:
"Sono ormai 4 anni che passo da uno specialista all'altro senza risposte per problemi di crampi muscolari e molti altri sintomi che io ritrovo nel Parkinson. Volevo solo sapere se esami tipo rm o potenziali evocati possono aiutare ad escludere o confermare tale malattia o solo la visita la conferma o esclude perchè per me sono state prese in considerazione diverse malattie ma non questa forse per l'età giovanile (41 anni) senza poi nessuna risposta. La ringrazio anticipatamente sperando in una risposta. Distinti saluti."
  "Salve,
gli esami come la Rmn e i potenziali evocati servono sopratutto ad escludere altre malattie, diverse dal Parkinson, che potrebbero dare crampi ai muscoli e altro. L'età ancor giovane - 41 anni - non esclude il Parkinson.
Cordialità."